LA BELLA NOTIZIA DELLA CROCE (Mc 9-10)

La prima parte del vangelo di Marco sembra concentrarsi su un Dio che, quando entra nel mondo, compie tutto ciò che l’uomo desidera: lo guarisce, lo sfama, lo libera da ogni condizionamento e soprattutto lo mette in condizione di incontrare in profondità gli altri esseri umani. È quello che Marco riassume nel fatto che Gesù […]

Condividi
Leggi di più

IL DISCEPOLO AMATO

Abbiamo la testimonianza nel Vangelo di una speciale predilezione da parte di Gesù per uno dei suoi discepoli, quello che lo stesso Vangelo chiama più volte «il discepolo che Gesù amava». A questo riguardo occorre dire alcune cose:»» Innanzitutto il «discepolo amato» rimane anonimo lungo tutto il racconto. La sua identificazione con l’Apostolo Giovanni è […]

Condividi
Leggi di più

IL SEGNO DELLA SVOLTA

Ci sono due brani, al centro del vangelo di Marco, che segnano una svolta importante nel libro. Fino a lì Gesù ha già fatto tanto, ha fatto conoscere un Dio che si occupa principalmente dell’uomo, che interviene nella storia per eliminare ciò che impedisce alle persone umane di entrare in dialogo tra di loro: si […]

Condividi
Leggi di più

IL DISCEPOLATO FEMMINILE

Maria di Nazareth Non possiamo parlare del discepolato femminile senza dare inizio con Colei che ascoltava la Parola e la guardava nel suo cuore. Parlare di Maria è sempre una grande gioia perché nelle Scritture sono a lei dedicate molte pagine e il Concilio Vaticano II nella Costituzione Dogmatica “Lumen Gentium” dedicata alla Chiesa nella propria […]

Condividi
Leggi di più

I PROFETI: IDENTITÀ E RUOLO

Il profeta è sempre presente dove regna l’ingiustizia Nel linguaggio comune il termine “profeta” si associa a colui o a colei che sanno (meglio, dicono di sapere) quanto accadrà. E dato che ai nostri giorni la ricerca del sacro – un sacro infondato e ingannevole – è molto diffusa, con un concreto pericolo che di […]

Condividi
Leggi di più

AL DI LA’ DELLE APPARTENENZE

Tante volte leggiamo i vangeli affrontando un brano in particolare. La liturgia stessa, che solitamente ce ne propone al massimo mezza pagina, ci aiuta ad andare in quella direzione, che è direzione utile perché ci stimola ad andare in profondità, ma che rischia di non farci più cogliere l’insieme, come quando studiamo le diverse opere […]

Condividi
Leggi di più

LA VOCAZIONE DI GEREMIA: LA SFIDA DELLA SPROPORZIONE

I racconti biblici di vocazione non mirano tanto a riferire un episodio iniziale della biografia di un uomo o di una donna di Dio, ma a tratteggiare il fondamento della loro esistenza e del loro ministero all’interno del popolo di Israele. Si tratta di render ragione di che cosa muova e legittimi il loro compito. […]

Condividi
Leggi di più

LE BEATITUDINI: Il ritratto del discepolo

Le beatitudini ci permettono di dipingere con una certa chiarezza il ritratto del Discepolo. La prima e l’ottava beatitudine promettono come ricompensa il Regno dei Cieli, e sono le uniche a contenere una promessa formulata al presente. Il Regno dei Cieli non è una consolazione “da attendere” nel futuro: il discepolo vive già nel Regno. […]

Condividi
Leggi di più

AL CENTRO C’È L’UOMO

Che cosa sia un vangelo, sicuramente tutti i cristiani e molti non cristiani lo sanno. Come spesso ci accade, è più facile avere un’idea di che cosa è, che saperlo spiegare. Anche se, a volte, se fossimo costretti a offrire delle spiegazioni, potremmo scoprire altre cose che magari avevamo davanti agli occhi, ma non riuscivamo […]

Condividi
Leggi di più

RALLEGRATI PIENA DI GRAZIA, IL SIGNORE È CON TE!

È il saluto dell’angelo nella narrazione del Vangelo secondo Luca (Lc 1,28). Dà il respiro di un inizio atteso, di una storia che comincia, di un’umanità nuova. Ed è proprio da quel saluto, e dalla sua risposta, che può dispiegarsi una riflessione su Maria di Nazareth e sul suo ruolo nella fede cristiana e nella […]

Condividi
Leggi di più