Vivere è Cristo!

La celebrazione dei miei 25 anni di vita consacrata

25 anni di vita consacrata come suora missionaria della Consolata: nostro Signore mi chiama a continuare avanzando nel mare aperto, continuare a remare perché Lui è con me. Lui è la mia speranza, io sono la sua speranza.

Dal 1987, quando per la prima volta condivisi con una suora missionaria della Consolata   le profonde ispirazioni della chiamata speciale del Signore, tutto il mio essere entrò in un processo di discernimento. E quando sentivo il desiderio di essere una suora missionaria della Consolata, sempre cantavo questa musica, nel silenzio o nella lode, a seconda del luogo in cui mi trovavo.  

Signore, tu sei la mia speranza dal profondo del mio cuore.

Sono la tua speranza dal profondo del tuo cuore.

Confido in te ora e per sempre.

Loderò il tuo nome ora e sempre, perché tu sei la mia unica speranza. 

Il 15 agosto i membri della mia comunità prepararono una celebrazione semplice, ma molto simbolica: la borsa fatta con le foglie di palma dell’Amazzonia portava alcuni regali, oggetti che usiamo durane le nostre visite alle comunità, come sono il cappello, le “memorie” di vita vissuta e condivisa con il popolo Yanomami. Un’immagine di suor Leonella, rappresentando le nostra suore della Consolata che direttamente o indirettamente fanno parte del mio cammino vocazionale. La candela prodotta localmente illumina la nostra piccola cappella 24 ore.  

Con gratitudine lodo il nostro Signore per la sua presenza speciale, dalla mia prima professione pubblica come suora missionaria della Consolata nel 1996 fino ad oggi, 2021. Continuo a fidarmi di Lui come la mia speranza.

Con Maria, ho cantato il Magnificat.

Sr. Mary Agnes, mc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *