In cammino verso Gerusalemme

La gioia di annunciare Gesù e il suo Vangelo nell’esperienza missionaria di suor Terezinha, mc mozambicana in Guinea Bissau

Nel 2016 ho iniziato alcuni incontri sulla Lectio Divina con la comunità parrocchiale. È questa una attività pastorale che ha come obiettivo quello di condurre i membri del gruppo all’incontro personale con Gesù Vivo, attraverso la lettura, meditazione e contemplazione della Parola di Dio.

Il programma comprende la lettura di un Vangelo diverso per ogni anno, attraverso tre itinerari: prima, seconda e terza tappa. Nell’anno pastorale 2016/2017 abbiamo pregato con il Vangelo di Marco, che presenta Gesù come Figlio di Dio (Mc 1,1). Prima di cominciare questa attività è stato necessario tradurre tutto il materiale dallo spagnolo alla lingua creola per il fatto che non si trova questo materiale in creolo.

La Lectio Divina è un cammino di fede molto bello e arricchente, poiché non si tratta solo di un incontro di preghiera, ma di un programma pastorale che guida i membri della comunità ad assumere la propria identità di discepoli e missionari di Gesù.

È proprio attraverso Cristo, prima ascoltato nel Vangelo, poi pregato e contemplato, che si è preparati ad annunciarlo agli altri.

La prima esperienza della Lectio Divina avvenne nel giugno 2016, quando, dopo la lettura del Vangelo di Marco (6,7-13), dove leggiamo che Gesù inviò due discepoli a predicare, la comunità si assunse il compito di evangelizzare il villaggio di Bidjana.

È stata davvero un’esperienza molto bella, perché, scegliemmo la metodologia di non avvisare in antecedenza circa il nostro arrivo, lasciando che lo Spirito Santo fosse davanti a noi per preparare l’ambiente e i cuori delle persone che avremmo incontrato. E questo avvenne davvero.

È proprio attraverso Cristo, prima ascoltato nel Vangelo, poi pregato e contemplato, che si è preparati ad annunciarlo agli altri.

Nel giorno stabilito, prima di partire ci riunimmo in chiesa per chiedere allo Spirito Santo di benedirci e di accompagnarci nella nostra missione. Terminata la preghiera, partimmo. Eravamo 15 persone. Arrivati a Bidjana, chiedemmo alla gente di indicarci chi fosse il capo del villaggio. Poiché egli era momentaneamente assente, ci rivolgemmo al suo sostituto, che ci accolse molto cordialmente. Dopo esserci presentati, gli chiedemmo il permesso di incontrare la comunità del villaggio.

Egli accettò con molto piacere e lui stesso convocò tutte le famiglie, le quali, in poco tempo, erano tutte riunite. Fu una cosa molto piacevole constatare la disponibilità delle persone.

Iniziammo il nostro incontro di preghiera con la lettura della Parola di Dio, usando lo stesso testo (Mc 6,7-13) con il quale avevamo noi stessi condiviso il messaggio del Vangelo. Terminata la preghiera, chiedemmo alla gente quali sentimenti avevano provato nel loro cuore.

Tutti i giovani e anche gli adulti manifestarono la loro gioia per essere stati da noi visitati e per aver ricevuto il Vangelo. Ci supplicarono di continuare ad assisterli in questi incontri di preghiera e di riflessione sulla Parola di Dio, raggiungendo anche altri villaggi e poter formare, con l’aiuto di Dio, nuovi discepoli per il suo Regno.

In questo anno pastorale 2018 ci lasceremo guidare dal Vangelo di Luca, che ci mostra Gesù nostro Maestro in cammino verso Gerusalemme, la città santa.

Sr Terezinha Victor, mc

questo articolo è stato pubblicato su Andare alle Genti

per informazioni o abbonamenti alla rivista, clicca qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *