Sulla tua Parola getterò i miei sogni

Ricordi dal COMIGI 2018 da parte dei partecipanti del Centro di Animazione Missionaria di Martina Franca

“Sulla tua parola getterò i miei sogni” Questo è stato il titolo del COMIGI18.

Ma cos’è il COMIGI? Il COMIGI è l convegno missionario giovanile che si tiene ogni tre anni. Questa volta ha avuto luogo a
Sacrofano, Roma dal 28 aprile al 1 maggio. In rappresentanza della diocesi  di TARANTO, noi ragazzi  MISSIONARI  della CONSOLATA di Martina Franca, ci siamo gettati in questa esperienza ricchi di entusiasmo  e con la voglia di metterci in giuoco.

Come si può intuire dallo slogan il tema che ci ha accompagnati in questo percorso è stato il sogno, inteso sia come sogno personale e sia come progetto di Dio su di noi. Ci è stato chiesto di sognare
soprattutto nella società odierna dove è difficile fare questo per via di stereotipi, delusioni, frustrazioni, ecc…., in una società dove i desideri si realizzano subito a differenza dei sogni. Sognando ci aspettiamo che Dio ci sorprenda con degli eventi che all’apparenza potrebbero sembrarci negativi ma che successivamente potrebbero rivelarsi positivi.

Tra questi eventi risultati positivi c’erano le testimonianze che abbiamo ascoltato durante questi giorni, collegate al tema principale. La testimonianza che ha aperto il COMIGI è stata quella di Arturo
Aiello , vescovo, di Avellino in “SULLA TUA PAROLA GETTERO’  I  MIEI SOGNI. I GIOVANI MISSIONARI VERSO IL SINODO”. La prima mattina ha parlato Pietro Pierobon, missionario saveriano  in Camerun con una relazione incentrata sul sogno di Giuseppe intitolata: GIUSEPPE  IL
FALEGNAME nel pomeriggio Rosalba Manes, consacrata dell’Ordo Virginum docente di teologia biblica presso la facoltà di missiologia e teologia della pontificia Università Gregoriana di Roma, ha parlato
di MARIA GIOVANE PROMESSA e di come la sua vita sia stata sconvolta dal sogno di Dio. La mattina del lunedì a darci il buongiorno è stato Padre Claudio Monge , domenicano, teologo delle religioni, responsabile del centro per il dialogo interreligioso e culturale di Istambul con UN’UNIONE DA DIO. A concludere il COMIGI è stato il dialogo di Padre Giulio Albanese missionario camboniano , direttore Riviste Fondazione Missio, con alcuni testimoni quali ci hanno parlato dei loro sogni e della loro realizzazione, intitolato: TESTIMONI DI UN SOGNO.

Un incontro ricco di significato e di emozioni , è stato l’aperitivo con il missionario, durante il quale abbiamo ascoltato attivamente l’esperienza missionaria di chi è stato in terra di missione. Queste
esperienze hanno suscitato in noi maggiore interesse , dal momento che siamo intervenuti ponendo delle domande. Un altro momento importante oltre alle testimonianze , è stato quello “SOTTO IL BAOBAB”, un 1 momento di condivisione durante il quale abbiamo svolto delle attività riguardo i nostri sogni.  Abbiamo avuto modo di entrare a far parte dei sogni degli altri conoscendoli e li abbiamo resi partecipi dei nostri. E stato bello essere stati i più giovani perche abbiamo potuto confrontarci con persone più grandi e più  mature di noi e ciò che ci accomunava era la missione.

L’evento conclusivo di questo COMIGI è stata la veglia di preghiera animata sia dal coro TATANZAMBE che in lingua LINGALA  vuol dire DIO PADRE, ma anche da alcune testimonianze di giovani persone che hanno parlato della loro vita e di come sia stata ricca grazie al sogno di Dio. Il culmine della veglia è stato lo scambio di bracciali che ci erano stati dati al nostro arrivo. In questo momento non solo ci siamo
scambiati i bracciali ma anche i sogni, poiché ognuno ha condiviso il proprio prendendosi la responsabilità di pregare per il sogno dell’altro.

Federica, Francesca, Pietro, Gaia, Martino, Federica e Andrea
 (ragazzi missionari Arco 2 – CAM , Martina Franca)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *